venerdì 17 febbraio 2017

4 Chiacchiere da Fumetto #3: Odio Favolandia di Skottie Young

Ed eccoci qui per una nuova chiacchierata! L'ultima volta abbiamo parlato dell'ultimo fumetto della Vinci, oggi invece di una favola... non adatta ai bambini :D

Odio Favolandia - Skottie Young



Bene, io di Skottie Young avevo visto giusto le sue illustrazioni sui fumetti della Marvel e su internet, e le ho sempre considerate bellissime, specie la versione "infantile" dei super eroi. Perciò mi son detta: "chissà come saranno ganze le sue storie?". Ecco perché non mi sono voluta perdere "Odio Favolandia", sentivo che si trattava di un fumetto genialmente demenziale e non mi sbagliavo.


La protagonista di questa storia è Gertrude, una bimba di 8 anni, che per un incantesimo si è SFRACELLATA nel mondo di Favolandia, un luogo incantato, abitato da svariate creature magiche e da dolci carchi di zucchero. Sembra il luogo ideale per ogni bambina, ma non per Gert, che vorrebbe tornare a casa. L'unico modo che ha per farlo, è quello di trovare una chiave che aprirebbe la porta sul suo mondo, una cosuccia da niente e per aiutarla le danno una mosca come guida di nome Larry e una mappa. La ricerca durerebbe giusto un giorno, se non fosse che... Gert ci impiega ben 27 ANNI senza trovare ancora la chiave!
La cosa interessante è che Gert non è cresciuta, ma anni di colori sgargianti, indovinelli strani, zucchero a più non posso e la sola compagnia di una mosca, l'hanno leggermente cambiata


E' pazza, è furiosa, è psicopatica, sanguinaria, violenta, è l'anticristo delle cose dolci e pucciose, è la figlia che ogni signore del male vorrebbe! Io che sono sempre stata fan dello splatter, questo fumetto mi ha dato un sacco di soddisfazioni, anche se onestamente una piccola nota stonata l'ho avvertita: La sovrana di Favolandia, non ne può più degli atti criminosi di Gert, così manda dei sicari per eliminarla. Ovviamente la nostra pazza eroina, ad ogni fine capitolo li affronta e in quello successivo ti fa vedere che riesce ad eliminarli, solo... NON SAI COME? Non te lo fa proprio vedere, cioè lo capisci, ma non vedi l'atto e la cosa mi sembra fin troppo semplicistica, e non riesco a capire se si tratta di una scelta dell'autore, perché non ha alcuna importanza per la trama, o se semplicemente ha voluto tagliare, per non rendere troppo lunga la storia o altro ancora. Però tranquilli, il finale del primo numero (sta per uscire il prossimo e io non vedo l'ora di leggerlo), è assolutamente meritevole, non delude ; )


Oltre la storia, mi piacciono proprio i disegni, ma sopratutto ne sto studiando le ambientazioni, perché per me sono le cose più difficili da disegnare. Chi legge le mie storie, sa che prediligo lo stile grottesco, ma non riesco ad adattare le ambientazione con lo stesso stile (e l'effetto visivo è veramente brutto), e anche i colori, persino in quelli mi dovrei migliorare tantissimo, e trovo che da Skottie Young posso imparare molto.

Questo è tutto, voi l'avete l'etto? Vi è piaciuto? Cosa ne pensate?
Datemi un vostro parere, altrimenti che chiacchierata sarebbe questa? : D
In attesa di una vostra risposta, vi auguro un buon fine settimana ^_^

Ciao e alla prossima
(Che sarebbe sempre Venerdì)

Nessun commento:

Posta un commento